Location,TX 75035,USA

4 Dicembre 4a Domenica di Avvento (ambr. A)

ArteMusicaPoesia

4 Dicembre 4a Domenica di Avvento (ambr. A)

IV DOMENICA DI AVVENTO ( Ambr. A)

L’ingresso del Messia

Introduzione

«Osanna al figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!»: è la preghiera che illumina questa IV Domenica di Avvento. L’ingresso di Gesù nella città santa è immagine del suo ritorno alla fine dei tempi. La liturgia ci invita a disporre il cuore e la vita all’incontro con lu: «Nel deserto preparate la via al Signore, spianate nella steppa la strada per il nostro Dio […]. Allora si rivelerà la gloria del Signore e tutti gli uomini insieme la vedranno». Per questo, «quanto più il trascorrere dei giorni ci avvicina il prezioso Natale di Cristo», siamo chiamati a rinnovare la nostra totale adesione al Signore, che solo può offrire salvezza: «È Dio la mia speranza e il mio soccorso; confidate in lui, a lui aprite tutto il vostro cuore».

LITURGIA VIGILIARE VESPERTINA

VANGELO DELLA RISURREZIONE

Mt 28, 8-10

Annuncio della Risurrezione del Signore Nostro Gesù Cristo secondo Matteo.

Abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli. Ed ecco, il Signore Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

Cristo Signore è risorto!

Rendiamo grazie a Dio!

Commento al filmato:l’Organo di questa stupenda “Chaconne” di Couperin canta con note solenni, maestose, esultanti, lo straordinario annuncio che Gesù fa alle Donne, mentre, abbandonato il Sepolcro, stanno correndo dai Discepoli: Allora Gesù disse loro:

«Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

MESSA NEL GIORNO – RITI DI INTRODUZIONE

ALL’INGRESSO Lc 1, 68-69a. 70

Sia benedetto, Dio, Signore di Israele, 

che ha visitato e redento il suo popolo. 

Ha suscitato tra noi un salvatore, 

come aveva promesso 

per bocca dei suoi santi profeti.

ATTO PENITENZIALE

Carissimi, invitati dal Signore alla mensa della Parola e dell’Eucaristia, disponiamoci al pentimento, perché alle de­bolezze della nostra condizione umana supplisca il perdono della sua infinita misericordia.

(pausa di silenzio)

Tu che vieni a visitare il tuo popolo nella pace:

Kyrie, eléison. 

Tu che vieni a salvare chi è perduto:  Kyrie, eléison. 

Tu che sei il rifugio dei deboli e la speranza dei peccatori: Kyrie, eléison. 

Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

Commento al filmato: è di una bellezza emozionante la “Sarabande” in Mi min di Bach, le note intense, appassionate, del Pianoforte, cantano con armonie struggenti questo Inno alla venuta del Salvatore, insieme con le stupende immagini del “Salvator Mundi” di Antonello da Messina, “San Girolamo flagellato dagli Angeli” di de Zurbaran e “Mani oranti” di Dürer:

«Sia benedetto, Dio, Signore di Israele, che ha visitato e redento il suo popolo. Ha suscitato tra noi un salvatore, come aveva promesso»

 

Tu che vieni a visitare il tuo popolo nella pace: Kyrie, eléison. 

Tu che vieni a salvare chi è perduto:  Kyrie, eléison. 

Tu che sei il rifugio dei deboli e la speranza dei peccatori: Kyrie, eléison. 

a illuminare questo canto “Mani oranti” di Dürer e “Trasfigurazione”di Giovanni Bellini

(non si dice il GLORIA)

ALL’INIZIO DELL’ASSEMBLEA LITURGICA

Preghiamo.

Ci illumini, o Dio, e ci mondi il cuore da ogni macchia di colpa la venuta del tuo Verbo, Gesù Cristo, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA

LETTURA Is 40, 1-11

Ecco il vostro Dio! Ecco, il Signore Dio viene.

Lettura del profeta Isaia.

«Consolate, consolate il mio popolo – dice il vostro Dio. Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele che la sua tribolazione è compiuta, la sua colpa è scontata, perché ha ricevuto dalla mano del Signore il doppio per tutti i suoi peccati».

Una voce grida: «Nel deserto preparate la via al Signore, spianate nella steppa la strada per il nostro Dio. Ogni valle sia innalzata, ogni monte e ogni colle siano abbassati; il terreno accidentato si trasformi in piano e quello scosceso in vallata. Allora si rivelerà la gloria del Signore e tutti gli uomini insieme la vedranno, perché la bocca del Signore ha parlato». Una voce dice: «Grida», e io rispondo: «Che cosa dovrò gridare?». Ogni uomo è come l’erba e tutta la sua grazia è come un fiore del campo. Secca l’erba, il fiore appassisce quando soffia su di essi il vento del Signore. Veramente il popolo è come l’erba. Secca l’erba, appassisce il fiore, ma la parola del nostro Dio dura per sempre. Sali su un alto monte, tu che annunci liete notizie a Sion! Alza la tua voce con forza, tu che annunci liete notizie a Gerusalemme. Alza la voce, non temere; annuncia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio! Ecco, il Signore Dio viene con potenza, il suo braccio esercita il dominio. Ecco, egli ha con sé il premio e la sua ricompensa lo precede. Come un pastore egli fa pascolare il gregge e con il suo braccio lo raduna; porta gli agnellini sul petto e conduce dolcemente le pecore madri».

Parola di Dio.

Commento al filmato: è di una bellezza drammatica, struggente questo “Allegro assai con spirito”della Sinfonia in Re min “Lamentatione” di Haydn; l’Orchestra, con toni di grande impatto emotivo canta la profezia di Isaia:

«Consolate, consolate il mio popolo – dice il vostro Dio. Parlate al cuore di Gerusalemme e gridatele che la sua tribolazione è compiuta, la sua colpa è scontata, perché ha ricevuto dalla mano del Signore il doppio per tutti i suoi peccati».

Rendiamo grazie a Dio

SALMO Sal 71 (72)

Vieni, Signore, re di giustizia e di pace.

O Dio, affida al re il tuo diritto,

al figlio di re la tua giustizia;

egli giudichi  il tuo popolo secondo giustizia

e i tuoi poveri secondo il diritto. R.

Nei suoi giorni fiorisca il giusto

e abbondi la pace,

finché non si spenga la luna.

E dòmini da mare a mare,

dal fiume sino ai confini della terra. R. 

Il suo nome duri in eterno,

davanti al sole germogli il suo nome.

In lui siano benedette tutte le stirpi della terra

e tutte le genti lo dicano beato. R.

Commento al filmato:è uno straordinario inno alla Regalità di Cristo il salmo 71/72 che viene riprodotto interamente nel filmato; le possenti e, a tratti, dolcissime note dell’Organo nel maestoso “Preludium (Fantasie)”in Sol min di Bach e poi, nel finale, “Sei Gegruset, Jesu gutig” (salve Gesù buono) sempre di Bach, ci fanno cantare, esultanti, con il salmista:

Il Signore sarà benedetto per sempre, davanti al sole ascenderà il suo nome; in lui saranno benedette tutte le genti della terra.

EPISTOLA Eb 10, 5-9a

Ecco, io vengo a fare la tua volontà.

Lettera agli Ebrei.

Fratelli, entrando nel mondo, Cristo dice: Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato. Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: «Ecco, io vengo – poiché di me sta scritto nel rotolo del libro – per fare, o Dio, la tua volontà».

Dopo aver detto: Tu non hai voluto e non hai gradito né sacrifici né offerte, né olocausti né sacrifici per il peccato,cose che vengono offerte secondo la Legge, soggiunge: Ecco, io vengo a fare la tua volontà.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio

Commento al filmato: le note solenni, maestose dell’Organo nella stupenda “Toccata avanti la Messa della Domenica”di Girolamo Frescobaldi, ci aiutano nella contemplazione del trionfale annuncio di san Paolo agli ebrei:

Dopo aver detto: Tu non hai voluto e non hai gradito né sacrifici né offerte, né olocausti né sacrifici per il peccato, cose che vengono offerte secondo la Legge, soggiunge: Ecco, io vengo a fare la tua volontà.

CANTO AL VANGELO Cfr  Mt 21, 9

Alleluia.

Benedetto colui che viene nel nome del Signore!

Osanna al figlio di Davide!

Alleluia.

VANGELO Mt 21, 1-9

Ecco, il tuo re viene a te.

Lettura del Vangelo secondo Matteo.

In quel tempo. Quando furono vicini a Gerusalemme e giunsero presso Bètfage, verso il monte degli Ulivi, Gesù mandò due discepoli, dicendo loro: «Andate nel villaggio di fronte a voi e subito troverete un’asina, legata, e con essa un puledro. Slegateli e conduceteli da me. E se qualcuno vi dirà qualcosa, rispondete: “Il Signore ne ha bisogno, ma li rimanderà indietro subito”». Ora questo avvenne perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta: Dite alla figlia di Sion: Ecco, a te viene il tuo re, mite, seduto su un’asina e su un puledro, figlio di una bestia da soma.

I discepoli andarono e fecero quello che aveva ordinato loro Gesù: condussero l’asina e il puledro, misero su di essi i mantelli ed egli vi si pose a sedere. La folla, numerosissima, stese i propri mantelli sulla strada, mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla strada. La folla che lo precedeva e quella che lo seguiva, gridava: «Osannaal figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nel più alto dei cieli!».

Parola del Signore.

Lode a te, o Cristo

Commento al filmato: esultanza e gioia ci colgono nell’ascolto del racconto che lo splendido “Rondeau (Allegro assai – Adagio- Allegro assai)” del “Divertimento” in Re Magg di Mozart fa del trionfale ingresso di Gesù a Gerusalemme:

La folla che lo precedeva e quella che lo seguiva, gridava: «Osanna al figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nel più alto dei cieli!».

ma i toni a tratti dolcissimi e struggenti della musica, lasciano trasparire l’attesa della Passione che oramai incombe, quasi un canto d’Amore di Gesù che si dona completamente all’Umanità; illuminano l’intero racconto le splendide immagini dell’entrata di Gesù a Gerusalemme di Duccio da Buoninsegna e Lorenzetti

DOPO IL VANGELO Sof 3, 16-17a

Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia! 

Il Signore tuo Dio in mezzo a te è un salvatore potente, per te esulterà di gioia.

PREGHIERA UNIVERSALE

Fratelli e sorelle, al Cristo, che viene a liberarci con la forza del suo amore, eleviamo fiduciosi la nostra comune e unanime preghiera.

Vieni, Signore Gesù! (CO 180)

Per la Chiesa, che insieme alla Vergine Immacolata atten­de fiduciosa il tuo ritorno: ti preghiamo. R.

Per la società civile e per quanti sono impegnati a servizio del bene comune: ti preghiamo. R.

Per i giovani, che si aprono alle responsabilità della vita e sono alla ricerca di ciò che è vero, nobile, giusto e buono: ti preghiamo. R.

Perché tu ci esaudisca in tutte le nostre suppliche, ti pre­ghiamo. R.

A CONCLUSIONE DELLA LITURGIA DELLA PAROLA

La tua grazia, o Dio onnipotente, ispiri e sostenga nel cammino della salvezza quanti aspettano il Signore con ardente speranza; dona loro il tuo aiuto per la vita presente e i beni di quella futura. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

 LITURGIA EUCARISTICA 

PROFESSIONE DI FEDE

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, 

(Alle parole «e per opera dello Spirito Santo… si è fatto uomo», tutti si inchinano.)

e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

SUI DONI

Santifica, o Dio, i nostri doni perché, ricevendoli al convito del tuo Figlio, vi troviamo il pegno della gloria eterna. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

PREFAZIO

È veramente cosa buona e giusta esaltarti, o Dio onnipotente, celebrando in letizia l’avvento della nostra salvezza.

Con la tua promessa di redenzione hai risollevato dopo la colpa a nuova speranza di grazia il genere umano, creato in santità e giustizia nel tuo Verbo divino, e nella pienezza dei tempi hai mandato lo stesso tuo Verbo nel mondo perché, vivendo come uomo tra noi, ci aprisse il mistero del tuo amore paterno e, sciolti i legami mortali del male, ci infondesse di nuovo la vita eterna del cielo.

Riconoscenti per questo tuo dono, uniti agli angeli e ai santi, eleviamo insieme l’inno della tua gloria:

Santo, Santo, Santo…

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

ANAMNESI

Mistero della fede.

Annunziamo la tua morte Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell’attesa della tua venuta. 

ALLO SPEZZARE DEL PANE

O Dio con noi, nostro sovrano, 

che ci hai dato la legge dell’amore, 

tu, che le genti attendono, 

tu, che le puoi redimere, 

vieni a salvarci.

PADRE NOSTRO

Padre nostro che sei nei cieli,…….. 

ALLA COMUNIONE Sal 61, 3a. 6b. 8b. 9ab

Dio solo mi salva e mi sorregge; 

io resisto perché mi appoggio a lui. 

È Dio la mia speranza e il mio soccorso; 

confidare in lui, 

a lui aprite tutto il vostro cuore.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

DOPO LA COMUNIONE

Preghiamo.

O Dio, che già nel sacramento divino ci hai largamente anticipato la redenzione eterna, ascolta la nostra supplica: tanto più accresci il nostro interiore proposito di celebrare degnamente il mistero di salvezza, quanto più il trascorrere dei giorni ci avvicina il prezioso natale di Cristo, che vive e regna nei secoli dei secoli.

Amen.

RITI DI CONCLUSIONE

Il Signore sia con voi.

E con il tuo Spirito. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison.

Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e

Spirito Santo.

Amen.

Angelus 

L’angelo del Signore portò l’annuncio a Maria,

       ed ella concepì per opera dello Spirito Santo.

Ave Maria, piena di grazia…
“Ecco sono la serva del Signore.”
     “Avvenga in me secondo la tua parola.”

Ave Maria, piena di grazia…
E il verbo si fece carne.
       E venne ad abitare in mezzo a noi.

Ave Maria, piena di grazia…
Prega per noi santa madre di Dio.

     Perché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.
Preghiamo. Infondi nel nostro spirito la tua grazia, o Padre, tu che, all’ annuncio dell’Angelo, ci hai rivelato l’incarnazione del tuo Figlio, per la sua passione e la sua croce guidaci alla gloria della risurrezione. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.