Location,TX 75035,USA

51 – 7a Domenica dopo il Martirio (ambr. c)

ArteMusicaPoesia

51 – 7a Domenica dopo il Martirio (ambr. c)

Processione per la vittoria di Lepanto

VII DOMENICA DOPO IL MARTIRIO DI SAN GIOVANNI IL PRECURSORE

Anno C Rito Ambrosiano

Ti adoreranno, Signore,

tutti i popoli della terra

«Si conosca sulla terra la tua via, la tua salvezza fra tutte le genti»: è la preghiera che suscita in noi la liturgia di questa Domenica. La salvezza offerta dal Signore è per ogni uomo ed è compito di ciascuno riconoscere questo suo dono di grazia. La promessa di Gesù, infatti, non elimina la nostra responsabilità personale, ma si offre come invito ad accogliere con impegno rinnovato la sua Parola: «Il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi». L’autentico discepolo è chiamato a seguire l’esempio del mercante e dello scriba della parabola evangelica, riconoscendo nell’incontro con il Signore il tesoro più prezioso della propria vita da condividere con i fratelli.

LITURGIA VIGILIARE VESPERTINA

VANGELO DELLA RISURREZIONE Gv 20, 19-23

Annuncio della Risurrezione del Signore Nostro Gesù Cristo secondo Giovanni.

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne il Signore Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Cristo Signore è risorto!

Rendiamo Grazie a Dio!

Commento al filmato: la cascata gioiosa di note dell’Orchestra nella splendida “Sinfonia – Allegro” dal “Saul” di Händel, illumina di una luce intensa il delicato episodio della prima apparizione di Gesù Risorto ai Suoi Discepoli con il dono dello Spirito:

«Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

MESSA NEL GIORNO 

RITI DI INTRODUZIONE

ALL’INGRESSO Sal 26 (27), 1

Il Signore è la mia luce e la mia salvezza: di chi avrò timore? Il Signore difende la mia vita: di chi avrò paura?

ATTO PENITENZIALE

Carissimi, radunati in una sola famiglia, rinnoviamo la nostra fede e manifestiamo il nostro sincero pentimento, perché il Signore, nella sua bontà e misericordia, ci doni di partecipare ai santi misteri con l’abito nuziale della sua grazia.

Tu che sei venuto a chiamare i peccatori e intercedi per noi presso il Padre: Kyrie, eléison.

Kyrie, eléison.

Tu che raccogli nell’unità i tuoi figli dispersi e fai di noi il tuo popolo santo: Kyrie, eléison.

Kyrie, eléison.

Tu che sei la Verità per illuminare i popoli e la Vita per rinnovare il mondo: Kyrie, eléison.

Kyrie, eléison.

Dio onnipotente abbia misericordia di noi perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

Commento al filmato: fiducia e contemplazione sono i sentimenti che ci prendono nell’ascolto nell’ascolto dello stupendo brano “Au coin du Feu”da Kinderszenen di Robert Schumann, le note cristalline del Pianoforte intonano gioiosi il Canto all’Ingresso della Liturgia:

Il Signore è la mia luce e la mia salvezza: di chi avrò timore? Il Signore difende la mia vita: di chi avrò paura?

il Pianoforte della delicata “Variazione7” da “Variazioni Goldberg” di Bach canta l?Atto Penitenziale con toni supplici, fiduciosi:

Carissimi, radunati in una sola famiglia, rinnoviamo la nostra fede e manifestiamo il nostro sincero pentimento, perché il Signore, nella sua bontà e misericordia, ci doni di partecipare ai santi misteri con l’abito nuziale della sua grazia.

GLORIA

Gloria a Dio, nell’alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del padre; tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo; nella gloria di Dio Padre. Amen.

Commento al filmato:grande è l’emozione che suscitano in noi le note impetuose, trascinanti dell’Organo del Concerto di Bach tratto da un Concerto de L’Estro Armonico di Vivaldi – è uno stupendo canto di Lode al Creatore dell’Universo, cui fanno da sfondo le stupende immagini del“Giudizio Universale”di Beato Angelico e di De Vos, e in chiusura il “Paradiso”di Saraceni:

Gloria a Dio, nell’alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

ALL’INIZIO DELL’ASSEMBLEA LITURGICA

Preghiamo.

Il tuo Figlio unigenito, o Dio vivo e santo, che totalmente condivide con noi l’umana natura, sta davanti a te, come pontefice eterno; per la forza della sua mediazione effondi su noi la tua pietà inesauribile e fa’ che ci uniamo un giorno nel canto della lode perenne a lui, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

LITURGIA DELLA PAROLA

LETTURA Is 66, 18b-23

Verrò a radunare tutte le genti e tutte le lingue.

Lettura del profeta Isaia.

Così dice il Signore Dio:

«Io verrò a radunare tutte le genti e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria. Io porrò in essi un segno e manderò i loro superstiti alle popolazioni di Tarsis, Put, Lud, Mesec, Ros, Tubal e Iavan, alle isole lontane che non hanno udito parlare di me e non hanno visto la mia gloria; essi annunceranno la mia gloria alle genti. Ricondurranno tutti i vostri fratelli da tutte le genti come offerta al Signore, su cavalli, su carri, su portantine, su muli, su dromedari, al mio santo monte di Gerusalemme – dice il Signore –, come i figli d’Israele portano l’offerta in vasi puri nel tempio del Signore. Anche tra loro mi prenderò sacerdoti leviti, dice il Signore. Sì, come i nuovi cieli e la nuova terra, che io farò, dureranno per sempre davanti a me – oracolo del Signore –, così dureranno la vostra discendenza e il vostro nome.

In ogni mese al novilunio, e al sabato di ogni settimana, verrà ognuno a prostrarsi davanti a me, dice il Signore».

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio

Commento al filmato: è di una bellezza spettacolare questo“Molto Allegro”dal Concerto in Si b Magg di Mozart, il Pianoforte e l’Orchestra si scatenano in un dialogo spumeggiante per raccontare con esultanza la Promessa contenuta nella profezia di Isaia:

«Io verrò a radunare tutte le genti e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria. Io porrò in essi un segno e manderò i loro superstiti alle popolazioni di Tarsis, Put, Lud, Mesec, Ros, Tubal e Iavan, alle isole lontane che non hanno udito parlare di me e non hanno visto la mia gloria; essi annunceranno la mia gloria alle genti.»

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

SALMO  Sal 66 (67)

Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra.

Dio abbia pietà di noi e ci benedica,

su di noi faccia splendere il suo volto;

perché si conosca sulla terra la tua via,

la tua salvezza fra tutte le genti. R.

Ti lodino i popoli, o Dio,

ti lodino i popoli tutti.

Gioiscano le nazioni e si rallegrino,

perché tu giudichi i popoli con rettitudine,

governi le nazioni sulla terra. R.
La terra ha dato il suo frutto.

Ci benedica Dio, il nostro Dio,

ci benedica Dio e lo temano

tutti i confini della terra. R.

Commento al filmato: le note profonde, struggenti del Fagotto nello splendido “Allegro: Piano Sempre”del Concerto in La min di Vivaldi, impegnate in un dialogo appassionato con l’Orchestra, cantano esultanti:

Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

EPISTOLA 1Cor 6, 9-11

Gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio: tali eravate anche voi, ma siete stati santificati in Cristo e nello Spirito.

Prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi.

Fratelli, non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolatri, né adulteri, né depravati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né calunniatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. E tali eravate alcuni di voi! Ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e nello Spirito del nostro Dio.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio

Commento al filmato: le note impressionanti, ritmate del Pianoforte nello spettacolare“Scherzo & Trio (Allegro vivace)”della Sonata in Re Magg. di Beethoven, cantano con toni appassionati l’annuncio di San Paolo ai Corinzi:

Gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio: tali eravate anche voi, ma siete stati santificati in Cristo e nello Spirito.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

CANTO AL VANGELO Cfr  Lc 5, 4. 10

Alleluia.

Prendete il largo e gettate le reti:

vi farò pescatori di uomini.

Alleluia.

VANGELO Mt 13, 44-52

Il regno è simile a una rete che raccoglie ogni genere di pesci.

Lettura del Vangelo secondo Matteo.

Gloria a te, o Signore

In quel tempo. Il Signore Gesù disse: «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.

Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.

Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti.

Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Parola del Signore.

Lode a te, o Cristo

Commento al filmato: è di una bellezza trascinante questo “Rondeau (Allegro assai – Adagio- Allegro assai)”dal Divertimento in Re Magg di Mozart, Archi e Fiati si impegnano in un racconto spumeggiante, appassionante, delle piccole parabole raccontate da Gesù per far comprendere ai discepoli il Regno dei Cieli:

«Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

DOPO IL VANGELO Cfr  Sal 67 (68), 6b. 7a. 36b

Dio regna nel suo santuario.

Egli, che ci raccoglie nella sua casa

come figli uniti e concordi,

darà forza e vigore al suo popolo.

PREGHIERA UNIVERSALE

Fratelli e sorelle, raccolti nell’unica Chiesa del Signore, eleviamo al Padre le nostre implorazioni.

Ascoltaci, Padre buono.
Perché la Chiesa: sappia accogliere e promuovere il desiderio di ogni uomo di vivere secondo il Vangelo: preghiamo. R.
Per i responsabili delle nazioni: nel loro impegno civile, abbiano a cuore la causa degli ultimi e dei deboli: preghiamo. R.
Per tutti noi: rinnovando la nostra fede in Cristo, morto e risorto, sappiamo fare esperienza ogni giorno del tuo amore di Padre: preghiamo. R.

A CONCLUSIONE DELLA LITURGIA DELLA PAROLA

La tua misericordia, o Dio, ci sostenga nella fatica e nell’impegno dell’esistenza che dividiamo con i nostri fratelli e doni a tutti la gioia di riconoscerti sempre come creatore e come padre. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

LITURGIA EUCARISTICA  PROFESSIONE DI FEDE

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, 

(Alle parole «e per opera dello Spirito Santo… si è fatto uomo», tutti si inchinano.)

e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

SUI DONI

Accogli benignamente, o Dio, queste offerte e ascolta la nostra preghiera: il popolo dei credenti, radunato nell’unità del sacrificio che celebriamo, cresca nella partecipazione alla salvezza e nella gioia dell’amore fraterno. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

PREFAZIO

È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, esprimerti, Dio onnipotente e misericordioso, la nostra riconoscenza di figli e rinnovare fedelmente la memoria dell’opera compiuta per noi da Cristo Signore, mentre celebriamo il mistero del nostro riscatto. Egli ha spezzato le catene dell’antica oppressione, morendo ha distrutto la morte e con la sua risurrezione ci ha chiamato a partecipare all’eredità della vita divina. Per lui si allietano gli angeli e nell’eternità adorano la gloria del tuo volto; al loro canto concedi, o Padre, che si uniscano le nostre umili voci nell’inno di lode:

Santo, Santo, Santo…

Per scaricare il filmato clicca QUI fai scorrere in basso la pagina che si apre e clicca sul pulsante DOWNLOAD

ANAMNESI

Mistero della fede.

Annunziamo la tua morte Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell’attesa della tua venuta.

ALLO SPEZZARE DEL PANE Gv 17, 11b

Padre santo, conserva nel tuo nome

coloro che mi hai dato:

che siano una cosa sola come noi lo siamo.

PADRE NOSTRO

Padre nostro che sei nei cieli,…….. 

ALLA COMUNIONE

Gli angeli circondano adoranti l’altare e i sacerdoti consacrano il corpo e il sangue di Cristo, cantando gioiosi: «Gloria a Dio nell’alto dei cieli».

DOPO LA COMUNIONE

Preghiamo.

O Dio forte ed eterno, concedi a chi ha celebrato con fede il mistero della salvezza di proseguirne l’annunzio e l’efficacia nell’operosità della vita. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

RITI DI CONCLUSIONE

Il Signore sia con voi.

E con il tuo Spirito. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison.

Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e

Spirito Santo.

Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.