Location,TX 75035,USA

8 Gennaio 2023 Battesimo del Signore(ambr. a)

ArteMusicaPoesia

8 Gennaio 2023 Battesimo del Signore(ambr. a)

Perugino – Battesimo di Gesù

BATTESIMO DEL SIGNORE Anno A Rito Ambrosiano

Gloria e lode al tuo nome, Signore

Introduzione

«Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento»: al centro della liturgia di questa I Domenica dopo l’Epifania – che chiude il Tempo di Natale – è la manifestazione del Signore presso il fiume Giordano. La voce dall’alto e la presenza dello Spirito rivelano Gesù come l’Unigenito pieno di grazia e di verità: «Nel suo nome le genti spereranno, porrò il mio Spirito sopra di lui, ed egli annunzierà la mia giustizia». Chiamati a «vivere senza smarrimenti» esprimiamo il proposito di camminare nella stessa luce del Signore e chiediamo di essere confermati nella fedeltà alla «grazia battesimale»

LITURGIA VIGILIARE VESPERTINA

VANGELO DELLA RISURREZIONE(Mc 16,9-16)

Annuncio della Risurrezione del Signore Nostro Gesù Cristo secondo Marco.

Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, il Signore Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.

Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch’essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro.

Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato».

Cristo Signore è risorto!

Rendiamo grazie a Dio!

Commento al filmato: è sensazionale il dialogo dell’Oboe e del Fagotto con l’Orchestra nello splendido “Andante Molto” del Concerto in Sol Magg di Vivaldi, con note gioiose, esultanti, cantano l’annuncio della Resurrezione che si conclude con il mandato ad evangelizzare:

«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato».

MESSA NEL GIORNO

RITI DI INTRODUZIONE

ALL’INGRESSO(Mt 3, 16-17)

Quando il Signore fu battezzato si aprirono i cieli 

e in forma di colomba lo Spirito si posò sopra di lui, e la voce del Padre proclamò: «Questi è il Figlio mio prediletto, in lui mi sono compiaciuto».

ATTO PENITENZIALE

Fratelli e sorelle, Gesù, che si manifesta nel Battesimo al Giordano, si fa luce per l’uomo: con fiducia apriamo il nostro spirito al pentimento, perché il Signore, nella sua infinita misericordia, ci doni di partecipare ai santi misteri con l’abi­to nuziale della sua grazia.

(Pausa di silenzio) 

Tu, Figlio unigenito del Padre, che ti sei fatto nostro fratello: Kyrie, eléison.         Kyrie, eléison. 

Tu, unico fondamento su cui si innalza il tempio di Dio, che sei stato costituito testimone fra i popoli: Kyrie, eléison.                          Kyrie, eléison. 

Tu, pienezza di grazia e di verità, che nell’acqua e nello Spirito Santo ci hai rigenerato a tua immagine: Kyrie, eléison.                        Kyrie, eléison. 

Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

Commento al filmato: lo stupendo “Kyrie Eleison” di Vivaldi, ci accompagna con il canto spiegato del Coro dentro questo Atto Penitenziale carico di Speranza insieme alle stupende immagini della “Adorazione di Gesù” di Andrea della Robbia e della “Trasfigurazione” di Giovanni Bellini.

GLORIA

Gloria a Dio, nell’alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del padre; tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo; nella gloria di Dio Padre. Amen.

ALL’INIZIO DELL’ASSEMBLEA LITURGICA

Preghiamo.

O Padre, che nel battesimo del Giordano con l’autorità della tua voce e la discesa dello Spirito ci hai presentato solennemente il Signore Gesù come l’Unigenito che tu ami, dona a chi, rigenerato dall’acqua e dallo Spirito, è diventato tuo figlio di vivere senza smarrimenti secondo il tuo disegno di amore. Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA

LETTURA(Is 55, 4-7)

L’ho costituito testimone fra i popoli, sovrano sulle nazioni; accorreranno a te popoli che non ti conoscevano.

Lettura del profeta Isaia.

Così dice il Signore Dio: «Ecco, l’ho costituito testimone fra i popoli, principe e sovrano sulle nazioni. Ecco, tu chiamerai gente che non conoscevi; accorreranno a te nazioni che non ti conoscevano a causa del Signore, tuo Dio, del Santo d’Israele, che ti onora. Cercate il Signore, mentre si fa trovare, invocatelo, mentre è vicino. L’empio abbandoni la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri; ritorni al Signore che avrà misericordia di lui e al nostro Dio che largamente perdona».

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio

Commento al filmato: l’entusiasmante “Allegro”del Concerto Grosso di Francesco Onofrio Manfredini, con le sue note solenni, spumeggianti, a tratti sognanti, ci fa vivere l’emozione dell’annuncio di salvezza:

«Ecco, l’ho costituito testimone fra i popoli, principe e sovrano sulle nazioni.»e poi: «Cercate il Signore, mentre si fa trovare, invocatelo, mentre è vicino.»

SALMO(Sal 28 (29))

Gloria e lode al tuo nome, Signore.

Date al Signore, figli di Dio,

date al Signore gloria e potenza.

Date al Signore la gloria del suo nome,

prostratevi al Signore nel suo atrio santo. R.

La voce del Signore è sopra le acque,

il Signore sulle grandi acque.

La voce del Signore è forza,

la voce del Signore è potenza. R.

Tuona il Dio della gloria.

Nel suo tempio tutti dicono: «Gloria!».

Il Signore è seduto sull’oceano del cielo,

il Signore siede re per sempre. R.

Commento al filmato: è spettacolare la bellezza di questa “Toccata”da “Dorische Toccata & Fuge” di Bach, le note possentidell’Organo proclamano con incredibile forza la Gloria del Signore:

«Tuona il Dio della gloria. Nel suo tempio tutti dicono: «Gloria!». Il Signore è seduto sull’oceano del cielo, il Signore siede re per sempre.»

EPISTOLA(Ef 2, 13-22)

Per mezzo di lui possiamo presentarci al Padre in un solo Spirito.

Lettura di san Paolo apostolo agli Efesini.

Fratelli, in Cristo Gesù, voi che un tempo eravate lontani, siete diventati vicini, grazie al sangue di Cristo.

Egli infatti è la nostra pace, colui che di due ha fatto una cosa sola, abbattendo il muro di separazione che li divideva, cioè l’inimicizia, per mezzo della sua carne. Così egli ha abolito la Legge, fatta di prescrizioni e di decreti, per creare in sé stesso, dei due, un solo uomo nuovo, facendo la pace, e per riconciliare tutti e due con Dio in un solo corpo, per mezzo della croce, eliminando in sé stesso l’inimicizia. Egli è venuto ad annunciare pace a voi che eravate lontani, e pace a coloro che erano vicini. Per mezzo di lui infatti possiamo presentarci, gli uni e gli altri, al Padre in un solo Spirito. Così dunque voi non siete più stranieri né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio, edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, avendo come pietra d’angolo lo stesso Cristo Gesù. In lui tutta la costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore; in lui anche voi venite edificati insieme per diventare abitazione di Dio per mezzo dello Spirito.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio

Commento al filmato: in questo delicato “Andante Affettuoso”  del Concerto in Do di John Stanley, l’Organo Barocco e l’Orchestra cantano con toni appassionati, dolcissimi, l’annuncio carico di tenerezza di san Paolo agli Efesini:

«Fratelli, in Cristo Gesù, voi che un tempo eravate lontani, siete diventati vicini, grazie al sangue di Cristo»e poi: «in lui anche voi venite edificati insieme per diventare abitazione di Dio per mezzo dello Spirito.»

CANTO AL VANGELO

Cfr  Mt 3, 16-17 / Lc 9, 35

Alleluia.

Si aprirono i cieli e la voce del Padre disse:

Questi è il mio Figlio, l’amato: ascoltatelo.

Alleluia.

VANGELO(Mt 3, 13-17)

Il battesimo del Signore nella narrazione di Matteo.

Lettura del Vangelo secondo Matteo.

Gloria a te, o Signore.

In quel tempo. Il Signore Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore.

Lode a te, o Cristo

Commento al filmato: lo spettacolare “Allegro”del Concerto in Re di Vivaldi, racconta con ritmi emozionanti il Battesimo di Gesù nel Giordano; le note frementi, impetuose dell’Orchestra cantano il vento dello Spirito e la Voce dal Cielo che dà testimonianza di Gesù:

Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

DOPO IL VANGELO

Cfr  Gv 1, 34

Così Giovanni disse:

«Ho visto e ho reso testimonianza 

che questi è il Figlio di Dio».

PREGHIERA UNIVERSALE

Fratelli e sorelle, Gesù è il segno più grande dell’amore e della tenerezza del Padre: pieni di speranza, eleviamo con fede le nostre implorazioni:

Ascoltaci, Signore!

Per la Chiesa, perché, rinnovando il proprio volto missionario, sappia indicare in Cristo l’unica sorgente della salvezza e della vera gioia: preghiamo. R.

Perché l’insegnamento della religione cattolica nella scuola sia per butti l’opportunità di conoscere le radici cristiane della cultura italiana ed europea, e contribuisca ad educare persone libere e responsabili, capaci di dialogo e confronto per costruire la civiltà dell’Amore, ti preghiamo . R.

Per tutti noi, perché, docili alla voce interiore dello Spirito, sappiamo camminare in santità e novità di vita lungo al strada dell’amore indicata dal Signore: preghiamo. R.

A CONCLUSIONE DELLA LITURGIA DELLA PAROLA

Largamente la tua paterna benedizione discenda dal cielo, o Dio, sulla tua Chiesa; conferma nella fedeltà a te chi è stato purificato dalle colpe e rigenerato dallo Spirito e ravviva ogni giorno in noi la grazia battesimale. Per Cristo nostro Signore.

Amen. 

LITURGIA EUCARISTICA 

PROFESSIONE DI FEDE

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, 

(Alle parole «e per opera dello Spirito Santo… si è fatto uomo», tutti si inchinano.)

e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

SUI DONI

Accogli, o Dio, i doni che ti offriamo nel ricordo della manifestazione di Gesù come tuo unico Figlio e trasformali per noi nel sacrificio perfetto che ha purificato il mondo da ogni colpa. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

PREFAZIO

È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo, a te, o Dio di misericordia infinita, che sulle rive del Giordano hai manifestato il Salvatore degli uomini e ti sei rivelato padre della luce.

Hai schiuso i cieli, hai consacrato le acque, hai vinto le potenze del male e hai indicato il tuo Figlio unigenito, su cui in forma di colomba era apparso lo Spirito Santo. Oggi l’acqua, da te benedetta, cancella l’antica condanna, offre ai credenti la remissione di ogni peccato e genera figli di Dio, destinati alla vita eterna. Erano nati secondo la carne, camminavano per la colpa verso la morte; ora la vita divina li accoglie e li conduce alla gloria dei cieli.

E noi, rinnovati dalla tua grazia, uniti agli angeli e ai santi, proclamiamo con gioia l’inno di lode:

Santo, Santo, Santo…

ANAMNESI

Mistero della fede.

Annunziamo la tua morte Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell’attesa della tua venuta.

ALLO SPEZZARE DEL PANE

Mt 12, 18. 21

Ecco il mio servo che ho scelto

il mio diletto in cui ho posto la mia compiacenza. 

Nel suo nome le genti spereranno, 

porrò il mio Spirito sopra di lui,

ed egli annunzierà la mia giustizia.

PADRE NOSTRO

Padre nostro che sei nei cieli,…….. 

ALLA COMUNIONE

Tutto il mondo è santificato 

nel battesimo di Cristo 

e sono rimessi i nostri peccati. 

Purifichiamoci tutti 

nell’acqua e nello Spirito.

DOPO LA COMUNIONE

Preghiamo.

O Dio clementissimo, che ci hai nutrito alla tua mensa, rendici fedeli discepoli del tuo Figlio unigenito perché possiamo dirci con verità ed essere realmente tuoi figli. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

RITI DI CONCLUSIONE

Il Signore sia con voi.

E con il tuo Spirito. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison. Kyrie, eléison.

Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e

Spirito Santo.

Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.