Location,TX 75035,USA

Salmo 132

ArteMusicaPoesia

Salmo 132

Salmi – Capitolo 132

Per l’anniversario del trasferimento dell’arca

[1]Canto delle ascensioni.

Ricordati, Signore, di Davide,
di tutte le sue prove,
[2]quando giurò al Signore,
al Potente di Giacobbe fece voto:
[3]«Non entrerò sotto il tetto della mia casa,
non mi stenderò sul mio giaciglio,
[4]non concederò sonno ai miei occhi
né riposo alle mie palpebre,
[5]finché non trovi una sede per il Signore,
una dimora per il Potente di Giacobbe».

[6]Ecco, abbiamo saputo che era in Efrata,
l’abbiamo trovata nei campi di Iàar.
[7]Entriamo nella sua dimora,
prostriamoci allo sgabello dei suoi piedi.

[8]Alzati, Signore, verso il luogo del tuo riposo,
tu e l’arca della tua potenza.
[9]I tuoi sacerdoti si vestano di giustizia,
i tuoi fedeli cantino di gioia.
[10]Per amore di Davide tuo servo
non respingere il volto del tuo consacrato.

[11]Il Signore ha giurato a Davide
e non ritratterà la sua parola:
«Il frutto delle tue viscere
io metterò sul tuo trono!

[12]Se i tuoi figli custodiranno la mia alleanza
e i precetti che insegnerò ad essi,
anche i loro figli per sempre
sederanno sul tuo trono».

[13]Il Signore ha scelto Sion,
l’ha voluta per sua dimora:
[14]«Questo è il mio riposo per sempre;
qui abiterò, perché l’ho desiderato.

[15]Benedirò tutti i suoi raccolti,
sazierò di pane i suoi poveri.
[16]Rivestirò di salvezza i suoi sacerdoti,
esulteranno di gioia i suoi fedeli.

[17]Là farò germogliare la potenza di Davide,
preparerò una lampada al mio consacrato.
[18]Coprirò di vergogna i suoi nemici,
ma su di lui splenderà la corona».

Psalm 132

A song of ascents.

Lord, remember David
    and all his self-denial.

He swore an oath to the Lord,
    he made a vow to the Mighty One of Jacob:
“I will not enter my house
    or go to my bed,
I will allow no sleep to my eyes
    or slumber to my eyelids,
till I find a place for the Lord,
    a dwelling for the Mighty One of Jacob.”

We heard it in Ephrathah,
    we came upon it in the fields of Jaar:a]
“Let us go to his dwelling place,
    let us worship at his footstool, saying,
‘Arise, Lord, and come to your resting place,
    you and the ark of your might.
May your priests be clothed with your righteousness;
    may your faithful people sing for joy.’”

10 For the sake of your servant David,
    do not reject your anointed one.

11 The Lord swore an oath to David,
    a sure oath he will not revoke:
“One of your own descendants
    I will place on your throne.
12 If your sons keep my covenant
    and the statutes I teach them,
then their sons will sit
    on your throne for ever and ever.”

13 For the Lord has chosen Zion,
    he has desired it for his dwelling,saying,
14 “This is my resting place for ever and ever;
    here I will sit enthroned, for I have desired it.
15 I will bless her with abundant provisions;
    her poor I will satisfy with food.
16 I will clothe her priests with salvation,
    and her faithful people will ever sing for joy.

17 “Here I will make a hornb] grow for David
    and set up a lamp for my anointed one.
18 I will clothe his enemies with shame,
    but his head will be adorned with a radiant crown.”

Commento al filmato: è di una bellezza senza tempo questo “Grave. Tempo di Fandango” del Quintetto per archi di Boccherini; nella prima parte, Grave, gli Archi cantano con armonie dolcissime il voto del re Davide:

[3]«Non entrerò sotto il tetto della mia casa, non mi stenderò sul mio giaciglio, [4]non concederò sonno ai miei occhi né riposo alle mie palpebre, [5]finché non trovi una sede per il Signore, una dimora per il Potente di Giacobbe».

dal versetto 6, nel Tempo di Fandango, gli Archi si scatenano in uno spumeggiante, gioioso canto di lode alla potenza, giustizia e amore del Signore:

[8]Alzati, Signore, verso il luogo del tuo riposo, tu e l’arca della tua potenza. [9]I tuoi sacerdoti si vestano di giustizia, i tuoi fedeli cantino di gioia. [10]Per amore di Davide tuo servo non respingere il volto del tuo consacrato.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Comment to the film: this “Grave. Tempo di Fandango” by Boccherini’s String Quintet is of timeless beauty; in the first part, Grave, the Strings sing the vow of King David with very sweet harmonies:

[3] “I will not go under the roof of my house, I will not lie down on my couch, [4] I will not give sleep to my eyes or rest to my eyelids, [5] until I find a seat for the Lord, a dwelling place for Jacob’s Mighty.”

from verse 6, in the Tempo of Fandango, the Arches are unleashed in a foaming, joyful song of praise to the power, justice and love of the Lord:

[8] Arise, Lord, to your resting place, you and the ark of your might. [9] Your priests clothe themselves in righteousness, your faithful sing for joy. [10] For love of David your servant do not reject the face of your anointed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.