Location,TX 75035,USA

Salmo 55 1a parte

ArteMusicaPoesia

Salmo 55 1a parte

Salmi – Capitolo 55 

Preghiera del calunniato

[1]Al maestro del coro. Per strumenti a corda. Maskil. Di Davide.

[2]Porgi l’orecchio, Dio, alla mia preghiera,
non respingere la mia supplica;
[3]dammi ascolto e rispondimi,
mi agito nel mio lamento e sono sconvolto
[4]al grido del nemico, al clamore dell’empio.

Contro di me riversano sventura,
mi perseguitano con furore.

[5]Dentro di me freme il mio cuore,
piombano su di me terrori di morte.
[6]Timore e spavento mi invadono
e lo sgomento mi opprime.

[7]Dico: «Chi mi darà ali come di colomba,
per volare e trovare riposo?
[8]Ecco, errando, fuggirei lontano,
abiterei nel deserto.
[9]Riposerei in un luogo di riparo
dalla furia del vento e dell’uragano».

[10]Disperdili, Signore,
confondi le loro lingue:
ho visto nella città violenza e contese.
[11]Giorno e notte si aggirano
sulle sue mura,
[12]all’interno iniquità, travaglio e insidie
e non cessano nelle sue piazze
sopruso e inganno.
[13]Se mi avesse insultato un nemico,
l’avrei sopportato;
se fosse insorto contro di me un avversario,
da lui mi sarei nascosto.
[14]Ma sei tu, mio compagno,
mio amico e confidente;
[15]ci legava una dolce amicizia,
verso la casa di Dio camminavamo in festa.

[16]Piombi su di loro la morte,
scendano vivi negli inferi;
perché il male è nelle loro case,
e nel loro cuore.
[17]Io invoco Dio
e il Signore mi salva.
[18]Di sera, al mattino, a mezzogiorno mi lamento e sospiro
ed egli ascolta la mia voce;
[19]mi salva, mi dà pace da coloro che mi combattono:
sono tanti i miei avversari.
[20]Dio mi ascolta e li umilia,
egli che domina da sempre.

Psalms – Chapter 55 Prayer of the slanderer

[1] To the choir master. For stringed instruments. Maskil. By Davide.

[2] Give ear, God, to my prayer, do not reject my plea;

[3] listen to me and answer me, I stir in my moan and am shocked

[4] to the cry of the enemy, to the clamor of the wicked. Against me they pour out misfortune, they persecute me with fury.

[5] My heart trembles within me, terrors of death fall upon me.

[6] Fear and terror overwhelm me and dismay overwhelms me.

[7] I say, “Who will give me wings like a dove? to fly and find rest?

[8] Behold, wandering, I would flee far away, I would live in the desert.

[9] I would rest in a place of shelter from the fury of the wind and the hurricane ».

[10] Disperse them, Lord, confuse their tongues: I saw violence and strife in the city.

[11] Day and night they roam on its walls,

[12] within iniquity, travail and pitfalls and they do not cease in its squares abuse and deception. [13] If an enemy insulted me, I would have endured it; if an adversary arose against me, I would have hidden from him.

[14] But it is you, my companion, my friend and confidant;

[15] a sweet friendship bound us, towards the house of God we walked in celebration.

[16] Death falls upon them, they descend alive into the underworld; because evil is in their homes, and in their hearts.

[17] I call on God and the Lord saves me.

[18] In the evening, in the morning, at noon I complain and sigh and he listens to my voice;

[19] he saves me, he gives me peace from those who fight me: my adversaries are many.

[20] God hears me and humbles them, he who has always dominated.

Commento al filmato:  Le note dolcissime, cariche di commozione del luminoso “Andante” del  Concerto per pianoforte e Orchestra in Re Magg. di Mozart, cantano con armonie ineffabili lo sgomento del Re Davide calunniato ingiuistamente:

 

[5]Dentro di me freme il mio cuore,
piombano su di me terrori di morte.
[6]Timore e spavento mi invadono
e lo sgomento mi opprime.

[7]Dico: «Chi mi darà ali come di colomba,
per volare e trovare riposo?

  ma dal versetto 10 le note “stridenti” dello spettacolare “Presto” di Francesco Durante da “Musica Napoletana per la festa della Vergine dei sette dolori”, cantano la preghiera a Dio:

[10]Disperdili, Signore,
confondi le loro lingue:
ho visto nella città violenza e contese.

da versetto 16, lo spumeggiante “Presto” dal Concerto Re magg di Mozart, canta la Salvezza di Dio:

[17]Io invoco Dio e il Signore mi salva.
[18]Di sera, al mattino, a mezzogiorno mi lamento e sospiro
ed egli ascolta la mia voce;

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Commentary on the video: The very sweet notes, full of emotion of the luminous “Andante” of Mozart’s Piano Concerto in D Major, sing ineffable harmony with the dismay of the unjustly slandered King David:

[5] My heart trembles within me, terrors of death fall upon me. [6] Fear and terror overwhelm me and dismay overwhelms me. [7] I say, “Who will give me wings like a dove? to fly and find rest?

but from verse 10 the “strident” notes of the spectacular “Presto” by Francesco Durante from “Neapolitan Music for the Feast of the Virgin of the Seven Sorrows” sing the prayer to God:

[10] Disperse them, O Lord, confuse their tongues: I saw violence and strife in the city.

from verse 16, the bubbly “Presto” from Mozart’s Concerto Re major, sings God’s Salvation:

[17] I call upon God and the Lord saves me. [18] In the evening, in the morning, at noon I lament and sigh and he hears my voice;

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.