Location,TX 75035,USA

Salmo 41

ArteMusicaPoesia

Salmo 41

Salmi – Capitolo 41  

Preghiera del malato abbandonato

[1]Al maestro del coro. Salmo. Di Davide.

[2]Beato l’uomo che ha cura del debole,
nel giorno della sventura il Signore lo libera.
[3]Veglierà su di lui il Signore,
lo farà vivere beato sulla terra,
non lo abbandonerà alle brame dei nemici.
[4]Il Signore lo sosterrà sul letto del dolore;
gli darai sollievo nella sua malattia. 

[5]Io ho detto: «Pietà di me, Signore;
risanami, contro di te ho peccato».
[6]I nemici mi augurano il male:
«Quando morirà e perirà il suo nome?».
[7]Chi viene a visitarmi dice il falso,
il suo cuore accumula malizia
e uscito fuori sparla. 

[8]Contro di me sussurrano insieme i miei nemici,
contro di me pensano il male:
[9]«Un morbo maligno su di lui si è abbattuto,
da dove si è steso non potrà rialzarsi».
[10]Anche l’amico in cui confidavo,
anche lui, che mangiava il mio pane,
alza contro di me il suo calcagno. 

[11]Ma tu, Signore, abbi pietà e sollevami,
che io li possa ripagare.
[12]Da questo saprò che tu mi ami
se non trionfa su di me il mio nemico;
[13]per la mia integrità tu mi sostieni,
mi fai stare alla tua presenza per sempre.
[14]Sia benedetto il Signore, Dio d’Israele,
da sempre e per sempre. Amen, amen.

Psalms – Chapter 41

Prayer of the abandoned sick person

[1] To the choir master. Psalm. By Davide. [2] Blessed is the man who cares for the weak, on the day of misfortune the Lord delivers him. [3] The Lord will watch over him, he will make him live blissfully on earth, he will not abandon him to the desires of his enemies. [4] The Lord will sustain him on the bed of pain; you will give him relief in his illness. [5] I said: “Have mercy on me, Lord; heal me, against you I have sinned ». [6] Enemies wish me evil: “When will he die and will his name perish?” [7] Whoever comes to visit me is speaking false, his heart accumulates malice and went out spouting. [8] My enemies whisper together against me, against me they think evil: [9] “A malignant disease has befallen him, from where he lay down he will not be able to get up ». [10] Even the friend in whom I trusted, he too, who ate my bread, he lifts his heel against me. [11] But you, Lord, have mercy and lift me up, that I can repay them. [12] From this I will know that you love me if my enemy does not triumph over me; [13] for my integrity you support me, you make me stay in your presence forever. [14] Blessed be the Lord, the God of Israel, always and forever. Amen, amen.

Commento al filmato: E’ dolcissimo, il canto del Clarino nel splendido “Larghetto” del Quintetto in La Magg di Mozart – le sue note sognanti raccontano con armonie ineffabili la “Preghiera del malato abbandonato” che il salmista eleva a Dio:

            2 Beato l’uomo che ha cura del debole, nel giorno della sventura il Signore lo libera, 3 Veglierà su di lui il Signore, lo farà vivere beato sulla terra, non lo abbandonerà alle brame dei nemici. ……. 10 Anche l’amico in cui confidavo, anche lui, che mangiava il mio pane, alza contro di me il suo calcagno. 11 Ma tu, Signore, abbi pietà e sollevami, che io li possa ripagare. 12 Da questo saprò che tu mi ami

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Commentary on the video: Clarino’s singing in the splendid “Larghetto” of the Quintet in Mozart’s La Magg is very sweet – his dreamy notes recount with ineffable harmonies the “Prayer of the abandoned sick person” that the psalmist raises to God:

2 Blessed is the man who cares for the weak, on the day of misfortune the Lord frees him, 3 The Lord will watch over him, make him live blissfully on earth, he will not abandon him to the desires of enemies. ……. 10 Even the friend in whom I trusted, he too, who ate my bread, raises his heel against me. 11 But you, Lord, have mercy and relieve me, that I may repay them. 12 By this I will know that you love me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.